Greenfoam

Sostenibilità ambientale e innovazione nel settore dei materiali per l’edilizia  


Il Progetto GREENFOAM si inserisce nella filiera edile con focus sulle tecnologie volte a fornire isolamento termico agli edifici residenziali e commerciali.
Tutti gli edifici, per garantire elevati standard di isolamento termico, vengono coibentati con grandi quantità di materiali a base di polimeri espansi che, grazie all’introduzione di normative sempre più stringenti e al continuo progresso tecnologico, rendono sempre più ecosostenibili le nuove costruzioni permettendo risparmi sempre maggiori sui costi per il riscaldamento e il raffrescamento.
Il materiale oggi più utilizzato per queste applicazioni è il Polistirene Espanso, che viene prodotto e commercializzato in due versioni: l’EPS (Expanded Polystyrene) e l’XPS (Extruded Polystyrene).

EPS ed XPS sono materiali con ottime performance dal punto di vista dell’isolamento termico, ma alla necessità di coibentare gli edifici si accompagna anche la considerazione che questi materiali devono garantire elevati standard di sicurezza in caso di eventi nefasti quali, ad esempio, gli incendi. Sfortunatamente l’EPS e l’XPS non sono, per loro natura, ignifughi e, per ottenere questa proprietà, è necessario miscelarli con i cosiddetti additivi Flame Retardant (FR): gli additivi FR oggi più utilizzati sono molecole polibromurate (contenenti una elevata quantità di Bromo) estremamente tossiche, persistenti nell’ambiente e nocive. Nonostante le problematiche ad essi collegate, gli FR polibromurati sono molto difficili da sostituire con specie meno impattanti a livello ambientale perché garantiscono elevate performances di ritardo alla fiamma e hanno costi relativamente bassi.

GREENFOAM si inserisce in questo contesto, andando a sviluppare una tecnologia basata su additivi FR per XPS ed EPS completamente SENZA ALOGENI (Non Halogenated Flame Retardant, NHFR), basata su additivi polimerici che hanno anche il pregio di non migrare nel tempo al di fuori del materiale, andando a limitare la dispersione in ambiente durante la vita dei manufatti che li contengono.
Poiché gli additivi FR polibromurati tendono a degradarsi facilmente durante la produzione del pannello espanso, limitando quindi anche la possibilità di riciclare i manufatti, la tecnologia di GREENFOAM consentirà anche di migliorare decisamente la riciclabilità dei prodotti espansi, tacciando la strada verso l’implementazione dell’economia circolare legata all’EPS e XPS usati in edilizia.

Importo del Progetto€ 260.784,90
Agevolazione concessa€  130.392,45

La partecipazione al progetto Greenfoam è stata resa possibile grazie alla stretta partnership con ImpresaLab.

Impresa lab logo


Gps-tech Fesr